Javascript necessario

Amministrazione trasparente

Il D.Lgs. 14 marzo 2013, n. 33 (Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni) dispone che le amministrazioni pubbliche diano attuazione al principio generale di trasparenza inteso quale accessibilità totale delle informazioni concernenti la loro organizzazione e attività, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche. La trasparenza, nel rispetto delle disposizioni in materia di segreto di Stato, di segreto d'ufficio, di segreto statistico e di protezioni dei dati personali, concorre ad attuare il principio democratico e i principi costituzionali di eguaglianza, di imparzialità, buon andamento, responsabilità, efficacia ed efficienza nell'utilizzo di risorse pubbliche, integrità e lealtà nel servizio alla nazione. Essa è condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, nonché dei diritti civili, politiche e sociali, integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta, al servizio del cittadino (D.Lgs. 33/2013, art. 1).

Si chiama “Amministrazione Trasparente" la nuova sezione del sito internet dell'A.P.S.P. "S. Spirito - Fondazione Montel" dedicata alla libera consultazione, da parte dei cittadini, delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività dell’ente, consultabili direttamente, senza alcuna necessità di essere identificati tramite nome utente e password.

La pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:

  • assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione
  • prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l'integrità
  • sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento

"Amministrazione trasparente" è organizzata in sotto-sezioni di primo e secondo livello, così come richiesto dal D.Lgs. 33/2013. I dati, le informazioni e i documenti presenti in queste sezioni sono pubblicati in conformità a quanto disposto dagli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, previsti dall'art. 1, comma 35 delle Legge 6 novembre 2012, n. 190 ("Legge anticorruzione").

In adeguamento agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle Pubbliche Amministrazioni individuati dalla Legge 6 novembre 2012, n. 190, con Legge Regionale del 29 ottobre 2014, n. 10, la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige e gli enti ad ordinamento regionale, sono tenuti ad applicare, in relazione ai rispettivi ambiti di competenza, le disposizione contenute nel decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, ad eccezione, del comma 1-bis dell'art. 125, dell'art. 24, dell'art. 29, dell'art. 32 degli articoli da 34 a 41 e del primo periodo dell'art. 44. 

Con la Legge Regionale 29 ottobre 2014 n. 10, entrata in vigore il 19 novembre 2014, sono state emanate le disposizioni di adeguamento dell'ordinamento locale agli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni individuati dalla Legge 6 novembre 2012 n. 190 e dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33.

Il D.Lgs. 97/2016 "Revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza, correttivo della Legge 6 novembre 2012, n. 190 e del D.Lgs. 14 marzo 2013 n. 33, ai sensi dell'art. 7 della Legge 7 agosto 2015, n. 124 in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche" ha apportato numerosi cambiamenti alla normativa sulla trasparenza, rafforzando il valore di principio che caratterizza l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni e i rapporti con i cittadini.

 

Si precisa che i contenuti presenti nelle singole sotto-sezioni sono in costante aggiornamento in relazione alla produzione, da parte degli uffici componenti, delle informazioni necessarie previste dalle norme.

Il Responsabile per la trasparenza è il Direttore Generale - dott. Giovanni Bertoldi.

 

L'accesso civico, previsto dall'art. 5 del D.Lgs. 33/2013, può essere esercitato rivolgendosi al Responsabile della trasparenza (dettaglio nella sottosezione "Altri contenuti - accesso civico" LINK_mini).

 

Data di pubblicazione: martedì 28 gennaio 2014 - 09:20

Ultimo aggiornamento: venerdì 24 febbraio 2017 - 15:50