Javascript necessario

RSA, il giorno degli abbracci

Due mani che si cercano, si trovano ... si stringono


Cari familiari,

è con piacere e grande soddisfazione poterVi comunicare che da oggi sono possibili le visite agli Ospiti Vostri cari con contatto eliminando pertanto quelle barriere fisiche che in questo lungo periodo, pur finalizzate a proteggere e salvaguardare l’incolumità degli stessi, ha impedito la piena espressione di quegli affetti e di quella vicinanza famigliare fondamentale per il benessere psico -fisico di Vostro e degli Ospiti.

La Provincia Autonoma di Trento con l’aggiornamento delle “Linee Guida RSA” – 4° versione e la sostituzione del punto 5.2 “Ripresa delle visiti dei familiari nelle RSA”, ha definito le casistiche, i setting, i criteri e le regole di comportamento da tenere per la corretta espressione di questa nuova modalità di visita. 

La visita senza barriere e quindi con la possibilità di contatto fisico (stretta di mano, carezza, abbracci) sarà possibile solo ed esclusivamente per gli ospiti vaccinati e a condizione che il famigliare/visitatore esso stesso sia vaccinato o con tampone negativo non antecedente alle 48 ore dalla data della visita (per la definizione di famigliare vaccinato si rimanda a quanto previsto nelle Linee Guida).



UPIPA ha raccolto le immagini di questa giornata di "abbracci": https://www.upipa.tn.it/Utilita/Emergenza-Covid19/Indicazioni-normative-e-organizzative-specifiche-per-le-RSA/Visite-in-presenza-agli-anziani-residenti-nelle-RSA/Nelle-RSA-del-Trentino-sbocciano-gli-abbracci-grazie-al-vaccino