Javascript necessario

"Q&B - QUALITA' E BENESSERE"

La riflessione sull'evoluzione del sistema di servizi sociosanitari che il sistema trentino delle IPAB-RSA sta vivendo in questi anni, ha sollecitato la necessità di iniziare a ragionare sulla costruzione di un modello di valutazione della qualità dei servizi che fosse basato principalmente sui risultati ottenuti in termini di qualità della vita e di benessere per i residenti che abitano le RSA.

In particolare il contesto che supporta l'azione è caratterizzato da:

  • l'introduzione del sistema a tariffa, che sposta l'attenzione ed il controllo delle autorità competenti dalla verifica dei requisiti di ingresso e di processo alla qualità della prestazione erogata a favore dell'utente
  • la necessità di rispondere a richieste sempre più precise, puntuali e competenti di famigliari e parti interessate rispetto ai servizi offerti dalle strutture
  • la comprovata situazione di contrazione delle risorse che spinge il sistema ad essere più consapevole dei costi dei servizi offerti e del corrispondente livello di qualità garantito, anche a fronte di sistemi italiani dei servizi socio sanitari che progressivamente si aprono ad una crescente competitività
  • la possibilità di creare una rete effettiva di servizi su territorio provinciale ove vi sia la valorizzazione delle potenzialità individuali delle organizzazioni e la condivisione dei punti di forza per una crescita complessiva ed unitaria, nella salvaguardia dell'autonomia dei singoli enti

 Il modello realizzato si basa sulla possibilità di rendere misurabile ciò che è importante (e non rendere importante ciò che è misurabile), avendo in particolare le seguenti attenzioni:

  • attenzione alla cronicità ed alla dimensione esistenziale dell'anziano residente in RSA

  • focalizzazione sulla qualità della vita e non sulla necessità di prolungare a tutti i costi l'esistenza

  • creazione di un modello di valutazione della qualità COMPLEMENTARE ed estensivo rispetto ai modelli esistenti, centrato sul RISULTATO (in integrazione principalmente dei modelli EFQM/CAF ed accreditamento dei servizi sociosanitari, ISO).

Il modello "Q&B - Qualità e Benessere" è costituito da 12 fattori di qualità che caratterizzano la qualità di vita nelle RSA (ad ogni fattore di qualità è associato un numero ed un diverso colore)

  • ogni fattore è suddiviso in più determinanti:
    • i determinanti rappresentano gli aspetti che riescono a dare evidenza dell'applicazione dei fattori (i determinanti sono identificati da una numerazione che li associa al numero del fattore di appartenenza - prima cifra n. fattore e seconda cifra n. determinante)
    • ogni determinante è rilevabile attraverso uno o più indicatori specifici e verificabili (anche gli indicatori seguono una numerazione che li associa al determinante da rilevare ed al relativo
    • fattore di qualità- prima cifra n. fattore, seconda cifra n. determinante, terza cifra n. indicatore)


CARTA DEI VALORI DEL MARCHIO QUALITA' & BENESSERE - L'ARTE DELLA QUALITA' DELLA VITA NELLE STRUTTURE PER ANZIANI

La “Carta dei Valori” cerca di dare evidenza, in modo semplice e comprensibile, ai valori e ai fattori di qualità, in modo che tutti i portatori di interesse, gli anziani residenti e i loro cari, le figure professionali e gli altri soggetti impegnati come fornitori nell’erogazione dei servizi, i soggetti istituzionali ed i rappresentanti della comunità civile possano meglio comprendere il lavoro quotidiano del personale e condividere il senso che ad esso intendono dare. 


L'APPLICAZIONE DEL MODELLO NELL'APSP

Nel 2005 l'Amministrazione ha iniziato un percorso interno di avvicinamento al "Marchio Qualità UPIPA" ora "Q&B - Qualità e Benessere": 

2005: corso di formazione UPIPA (Unione Provinciale Istituzioni per l'Assistenza), seguito dal Direttore, per la creazione del modello

2006: sperimentazione interna del modello

2007:  corso di formazione interna (35 operatori coinvolti per n° 11 incontri) finalizzato all'autovalutazione; valutazione finale da parte dello staff UPIPA su tutto il modello (unico caso nel sistema)

2008: autovalutazione fatta da un gruppo di lavoro (9 operatori coinvolti) ; valutazione finale con uditori ANSDIPP

2009: autovalutazione effettuata distinta per struttura e realizzata da due gruppi di lavoro: valutazione finale da parte dello staff UPIPA distinta per struttura

2010: autovalutazione effettuata distinta per struttura e realizzata da due gruppi di lavoro: valutazione finale da parte dello staff UPIPA distinta per struttura

2011: autovalutazione effettuata per la struttura di via Marconi realizzata da un gruppo di lavoro: valutazione finale da parte dello staff UPIPA